Semifreddo alle mandorle

Il semifreddo alle mandorle è un fresco dessert molto semplice da preparare e dalla riuscita sicura,vedrete quanti complimenti!!!

pizzaenzo 011

INGREDIENTI:

250 ml di panna meglio se fresca

100 grammi di zucchero

100 g di mandorle con la pelle

2 uova

3 cucchiai di zucchero

3 gocce di essenza alle mandorle (facoltativa)

PREPARAZIONE:

Mettere le mandorle sulla placca del forno, coperta di carta forno e copritele con i 3 cucchiai di zucchero. Infornare a 180° fin quando lo zucchero non si sarà caramellato, non abbiate paura se le mandorle diventano scure l’importante è che non si brucino.

In una terrina montate gli albumi a neve con un pizzico di sale e in un altra sbattete i tuorli con lo zucchero.

In una terrina più grande che dovrà contenere il tutto montate la panna.

Quando le mandorle saranno ben cotte e lo zucchero caramellato trasferitele dentro un robot e macinate il tutto grossolanamente in modo che si sentano in bocca i pezzettini di mandorle e i cristalli di zucchero.

Nella terrina in cui avete montato la panna incorporate mescolando dall’ alto al basso tutti gli ingredienti.

Prendete una teglia da plum cake e foderatela di pellicola fino a farla fuoriuscire dai bordi in modo da poter tirare fuori il semifreddo quando sarà pronto,versate tutto il composto e mettete in freezer per almeno 5 ore.

CONSIGLI:

Se amate i sapori decisi potete aggiungere qualche goccia di essenza alla mandorla ma senza esagerare altrimenti coprirà il sapore autentico della mandorla naturale.

Io di solito lo servo con una salsa al cioccolato fuso , semplicissima e veloce.

Faccio sciogliere 100 g di cioccolato fondente in mezzo bicchiere di acqua, una noce di burro e due cucchiaini di fecola. fate raffreddare leggermente e coprite il vostro semifreddo, ovviamente dopo averlo fatto congelare in freezer.

pizzaenzo 014

Tags from the story
,
More from imprastando

Insalata di melanzane – mulanciani cunzati

Insalata di melanzane – mulanciani cunzati Tornando al discorso dieta vi presento...
Read More

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.